La prevenzione del tumore ovarico coinvolge una combinazione di fattori legati allo stile di vita, al monitoraggio della salute e, in alcuni casi, a fattori genetici.

Non esiste un modo sicuro al 100%
per prevenire il tumore ovarico
per questo è importante
adottare alcune precauzioni

Esami ginecologici regolari
Sottoporsi regolarmente a controlli ginecologici e visite di routine: i medici possono individuare eventuali anomalie o cambiamenti nei tessuti ovarici durante esami fisici e test specifici.

Conoscere i fattori di rischio
Comprendere i fattori di rischio personali è un enorme aiuto.
Per questo è importante conoscere la propria storia familiare, ovvero essere a conoscenza di altri casi di cancro ovarico, mutazioni genetiche (ad esempio, nei geni BRCA1 o BRCA2) o una storie personali di cancro tra parenti.
In presenza di fattori di rischio significativi, è possibile valutare opzioni preventive più aggressive sotto la guida di un medico.

Contraccezione ormonale
L’uso di pillole anticoncezionali può ridurre il rischio di sviluppare il cancro ovarico, soprattutto se assunte per un periodo prolungato.
Tuttavia, bisogna bilanciare i benefici e i rischi dell’uso di contraccettivi orali in base alle esigenze individuali.

Gravidanza e allattamento
Le donne che hanno avuto figli o che hanno allattato al seno possono presentare un rischio ridotto di cancro ovarico: questo potrebbe essere legato alle modifiche ormonali durante la gravidanza e l’allattamento.

Stile di vita sano
Mantenere uno stile di vita sano può contribuire a ridurre il rischio di cancro in generale.
Ciò include una dieta ricca di frutta, verdura e alimenti integrali, l’esercizio fisico regolare e il mantenimento di un peso corporeo sano.

Educazione e consapevolezza
Essere consapevoli dei sintomi del cancro ovarico e consultare un medico in caso di preoccupazioni.
I sintomi possono includere gonfiore addominale, dolore pelvico, cambiamenti nelle abitudini intestinali e perdita di peso inspiegabile.

Interventi chirurgici preventivi
In alcune situazioni ad alto rischio, come per le donne con mutazioni genetiche BRCA1 o BRCA2, può essere considerata la chirurgia preventiva per rimuovere le tube di Falloppio e/o gli ovaie.
Questo è un approccio radicale e deve essere discusso con attenzione con un professionista della salute.

Ricorda che la prevenzione del tumore ovarico è un approccio complesso che può variare da persona a persona.
Consultare regolarmente il proprio medico, soprattutto se ci sono fattori di rischio noti, è essenziale per pianificare un percorso di prevenzione personalizzato.

4309559

Scarica gratuitamente il libro
“Abbi Cura di Te” di Luisanda Dell’Aria
dedicato al tumore ovarico.